AROMATERAPIA: questioni tra Naso e Anima

AROMATERAPIA: questioni tra Naso e Anima

Aroma terapia… cosa ci fa pensare questo accostamento di parole?

Aroma = il profumo

Terapia = una cura, un rimedio, una soluzione

Infatti il termine, coniato nel 1937 da René-Maurice Gattefossé (1881-1950), indica proprio una cura attraverso gli aromi, meglio conosciuti come oli essenziali.

 

In Natura gli oli essenziali sono presenti nelle piante aromatiche. Attraverso diversi metodi estrattivi “l’anima della pianta” viene liberata e il prodotto finale è una concentrazione di centinaia di molecole chimiche = energia olfattiva allo stato puro!

Gli oli essenziali hanno una denominazione curiosa: vengono chiamati “oli” perché una volta distillati sono più leggeri dell’acqua e quindi galleggiano non mescolandosi ad essa (come tutti i grassi) ed “essenziali”, in riferimento al processo delle distillazioni alchemiche, ad indicare la natura incorruttibile delle essenze.

 

Benché gli oli essenziali siano diversi tra loro, vengono accomunati spesso dalle proprietà che sono loro proprie: non sono solubili in acqua ma sono solubili in oli vegetali, alcool e solventi organici (ottimi veicolanti per applicare gli oli essenziali sulla pelle), sono volatili a temperatura ambiente, se puri non lasciano traccia sui tessuti, sono infiammabili e per finire hanno una profumazione molto caratteristica, diversa per ogni parte della pianta usata e dopo ogni estrazione.

 

Perché usare l’Aromaterapia?

Perché è un metodo dolce e molto efficace che impatta su tutti i sistemi del corpo, sulle emozioni e sullo spirito, portando un benessere generale.

Immagina questo viaggio: attraverso il nostro sistema olfattivo gli oli essenziali arrivano al sistema limbico che è sede delle emozioni primarie e da lì passano all’ipotalamo e continuano  attraverso il sistema nervoso ed endocrino. Gli oli essenziali agiscono sul sistema ormonale, sulle funzioni organiche, sul sistema immunitario, sulle emozioni, sull’umore, sullo stress, sulla vita sessuale, sulla comunicazione, la memoria e l’apprendimento, sul pensiero e sulla creatività…a me non sembra poco! 😉

L’assorbimento da parte della nostra pelle delle molecole presenti negli oli fa sì che le loro proprietà vengano direttamente messe a disposizione del nostro corpo attraverso la linfa, la muscolatura e il sangue.

 

 

Come puoi utilizzare gli Oli Essenziali?

  • Per inalazione [modalità aromatica] attraverso diffusori, suffumigi e vaporizzatori vengono assorbiti dalle mucose dell’apparato respiratorio che li porterà poi in comunicazione a tutto il corpo. La stessa valenza ma con minor intensità, si sfrutta con gli oli versati direttamente su un fazzoletto o sul cuscino (essendo volatili l’effetto è comunque meno intenso)
  • Per applicazione sulla pellemassaggio [modalità topica], attraverso creme e oli arricchiti con poche gocce di essenza che penetrano direttamente sulla pelle, l’organo più esteso del nostro corpo.
  • Bagni aromatici quando si versano alcune gocce di olio essenziale in acqua o sulle spugne per la doccia
  • Sauna
  • Pot- pourri, miscele di petali di fiori, frutti e legni aromatici arricchiti con fragranze di oli essenziali per profumare stanze ed armadi
  • Arte culinaria: infatti gli oli essenziali stanno riscoprendo un ruolo importante nell’alimentazione (dalla preparazione di dolci, ma anche primi piatti, secondi, bevande e tisane)
  • Ingerendoli  [modalità interna, indicata per alcuni Oli essenziali e Miscele doTERRA], con un cucchiaino di miele o di aceto di mele, o in capsule vegetali.

 

Certo, questioni tra Naso e Anima non sono così “trasferibili” su un testo elaborato al pc…;) Bisogna che passi all’azione!

Ti rimando per questo alla presentazione di doTERRA, l’Azienda che ha fatto degli Oli Essenziali una specifica “Missione di Purezza e Qualità”, e soprattutto all’esperienza dei loro meravigliosi profumi i grazie a trattamenti e massaggi, e in occasione degli eventi in gruppo.